Progetto 2015 - Vecchio scorcio di Catania

Parte 1 - Creazione borgata siciliana con nuove tecnihe

Il presepe 2014 - tutorial

Come creare un presepe con fogli di polistirene

Il carcere di Sant'Agata

Vi racconto cosa ho visto - Rappresentazione di Sant'Agata al carcere

Presepe 2013 - Dono a Laura Salafia

Il presepe 2013 esposto presso il ccomune di Pedara donato a Laura Salafia

18 nov 2016

16° Mostra di presepi " La stella di Betlemme "


 Dal 2 dicembre 2016 al 8 Gennaio 2017 sarà possibile visitare  il mio presepe alla  Mostra " la stella di Betlemme ", presso il convento San Rocco di Acireale; oltre 50 presepi dei migliori artisti del momento saranno esposti per tutto il periodo delle feste natalizie. Potete seguire il gruppo associazione gruppo liberi artisti direttamente sulla pagina di facebook o sul sito ufficiale www.gruppoliberiartisti.it


31 ott 2016

Come creare un presepe - posizione delle luci e creazione della vegetazione

 
Nelle fasi di realizzazione del progetto 2016, pian piano che i lavori vanno avanti, ho preso la decisione di come doveva essere illuminato il portale. Ebbene il portale non andava illuminato, ma bensì la natività, si proprio cosi, proprio quest'ultima al centro del progetto tutta con un illuminazione particolare. Ecco perchè ho deciso che la figura di Maria con il bambino fosse illuminata da una luce blu a led che arrivasse dall'alto, mentre tutta la scena fosse riscaldata da una luce calda che provenisse dal centro della scena ed esattamente dal fuoco. Così seguendo un tutorial trovato sul web, ho unito 5 piccole lampadine gialle da 12 volt, messe in parallelo, poste al centro della scena e ricoperte da una colata di colla a caldo.
Una volta asciutta, la colla viene colorata con il rosso acrilico. Dopo aver atteso che il colore asciugasse, ho incollato su di esse alcuni pezzetti di legno, colorati con nero acrilico. Il passo successivo e' passare con un pennello della colla vinilica sopra di essi e con un cucchiaino buttar sopra della cenere. quando e' tutto asciutto dare una spolverata e togliere l'eccesso della cenere.

Le luci gialle sono collegate ad un alimentatore 12 v a 400 mhp. Ad esso ho collegato anche il led blu, ma per funzionare ha bisogno di una piccola resistenza saldata sul positivo e successivamente collegarlo all'alimentatore senza invertire le polarità. il led e' stato collegato in alto, nella facciata del portale nascosto in direzione della scena della natività.

Per la vegetazione era mia intenzione inserire dell'edera arrampicata sulla facciata e una pianta di fichi d'india.

La pianta di fichi d'india e' stata creata disegnando su di un  foglio cartoncino spesso da 4 mm le pale della pianta, Ne ho create piu' piedi e poi successivamente incollate con colla vinilica. Ho dato una prima mano di verde foglia con spray acrilico e poi ho ricreato tutti gli effetti chiaro scuri con colori acrilici passati con il pennello.
Per l'edera occorre acquistare una matassina di lana di roccia dal ferramenta. Dopo averla stesa ed allargarla con le mani, poggiata su di un piano ( io ho utilizzato un pannello di polistirolo ) l'ho colorata con spray vernice acrilico color verde foglia. ho atteso 24 ore che asciugasse per poterla inzuppare di una miscela di acqua e colla vinilica ( 10% con 90% ). A questo punto ho fatto cadere su di essa tantissimo origano, quello che vendono all'interno di barattoli, schiacciato con le mani sulla lana stessa. ho atteso che asciugasse per poterla posizionare sulla facciata del portale




17 ott 2016

Come costruire un portone per presepe - tecnica del polistirolo

La foto che vedete alla destra del post, è stata fatta qualche giorno fa, quando per qualche ora mi sono dedicato alla creazione del portone d'ingresso del mio ultimo lavoro. Il materiale da me utilizzato e' sempre lo stesso: un foglio di cartone, ritagliato su misura, su cui incollare i vari pezzi di polistirolo, tagliati e inseriti come in un puzzle. Infatti, prima di procedere al collocamento dei pezzi, ho disegnato tutta la struttura della porta sul foglio di cartone come realmente volevo che venisse.
Il passo successivo è far sembrare più realistico possibile l'effetto legno sulla porta invecchiata. Tutto cio' e' possibile grazie all'utilizzo di una piccola spazzola d'acciaio che, strofinandola su e giù sul polistirolo, permette di eliminare lo stesso in eccesso e lasciare delle strisce vuote che assomiglino alle venature che il legno ha in natura.

La parte della colorazione e' molto piu' semplice, bisogna seguire solo alcuni passi fondamentali; innanzitutto il fondo deve essere molto scuro e un pò  liquido; questo permette al colore di entrare fin dentro alle venature create. Poi pian piano si passa a colori sempre più chiari, in modo da risaltare i particolare della porta. Infine utilizzare sempre la tecnica del dry brush, pennello asciutto e ripassarlo quando i colori principali sono asciutti. Di solito per questa tecnica uso sempre  il bianco o il grigio, dipende da cosa sto dipingendo, ma in questo caso vanno bene tutti e due.

Nella foto successiva potete notare la porta collocata al suo posto, in un momento particolare di luce catturata alle prime ore dell'alba.

Prossimi passi sono le scalinate, ancora incomplete, e l'illuminazione.


02 ott 2016

Come costruire un presepe - presepe 2016 - parte 1

Per noi presepisti è normale iniziare a pensare al nuovo presepe subito dopo natale, e il pensiero si concretizza ancor di più tra febbraio e marzo quando hai già messo su qualcosa.
Per me quest'anno purtroppo non e' stato così, per impegni vari tutto è stato posticipato subito dopo la stagione estiva.

Rispetto agli anni passati, quest'anno, ho voluto creare un portale, in parte diroccato, che per colori e caratteristiche territoriali richiama sempre e comunque  la mia terra. Ovviamente le mie fonti di ispirazione sono i presepisti napoletani, ma le tecniche fanno riferimento all'utilizzo di fogli di polistirolo.

La base del presepe e' un foglio di polistirolo bianco da 4 cm che misura 40 x 40. La spalla del portale e' un foglio di cartone spesso 1/2 cm ed alto circa 40 cm, fissato alla base con colla a caldo. Su questo cartone sono stati incollati due fogli di polistirolo da 2 cm ed un terzo, sempre da 2 cm, su cui ho lavorato i vari particolari della facciate del portale. Quando parlo di particolari, in una vecchia facciata, mi riferisco a mattoncini rotti, pietre esposte, tutte quelle deformazioni strutturali che il tempo o fattori geologici hanno  provocato.
Il mio motto e' sempre nell'imperfezione trovo la bellezza delle cose, più imperfetto è, più bello è.

Ogni singolo pezzo, ogni singolo mattoni o pietre, sono ricavati dai fogli di  polistirolo.

Per la copertura del polistirolo stesso, utilizzo pasta di stucco pronto con residuo di caffè  e tramite una spatola o un buon pennello con punta grande lo spalmo sopra. 

Prima che andassi avanti con i lavori, ho preferito occuparmi della colorazione del portale. Ho utilizzato colori acrilici, diluiti in bicchieri di acqua e tramite i pennelli ho fatto scivolare il colore attraverso le crepe formatesi dopo l'asciugatura dello stucco. Questo permette di poter risaltare ogni singolo particolare e angolo della facciata.

Nelle fasi successive vi parlerò della pavimentazione delle scale e di una fontana che sarà costruita sul lato destro.




14 feb 2016

La casa di Toti - un grande progetto per persone diverse e speciali



Da tempo sentivo parlare di questo progetto, ma mai avevo conosciuto le persone interessate fin quando non arrivò l'occasione con la scusa di donare il mio presepe del 2014. 
Come voi tutti gia' sapete, ogni anno, dopo la mostra, uno dei miei presepi va in donazione. Ovviamente cerco sempre di far riferimento ad un tema importante; ricordo a tutti il presepe donato a Laura Salafia o all'Istituo PIO IX.  Ci e' voluto tutto il 2015 fin quando una mia cara amica che lavora per il sociale, mi ha proposto di effettuare la mia donazione a " La Casa di Toti ";

Adesso vi spiego di cosa si tratta:

La Casa di Toti nasce da un sogno....di una mamma…..
Sarà una Comunità Residenziale per Disabili - Albergo Etico a Modica(RG)  (UNESCO), dove, in una dimora storica della fine del ‘700, da 20 anni Casa Vacanze  www.villasanfilippo.it  faranno conciliare integrazione sociale e occupazionale,  ribaltando il concetto di assistenza al disabile, che da fruitore del servizio, assistito da Tutor Specializzati, avrà l’impressione di esserne il “gestore”.


 Una Comunità residenziale  gestita da una Onlus “La Casa di Toti” quindi da  operatori professionisti dove  ragazzi come Toti, un delizioso 16enne che soffre di un disturbo psichico e che necessita di essere seguito e protetto in ogni momento, vivranno e saranno occupati anche nella gestione dell’Albergo Etico, a latere della Comunità.
Il sogno della famiglia di Toti è di creare un futuro per lui e per i suoi amici che non hanno nessuna colpa nell’essere diversi e speciali:  un DOPO DI NOI.




Il progetto consiste nella costruzione di una Comunità Residenziale dove accogliere e coinvolgere   ragazzi maggiorenni con varie e lievi disabilità: La casa di Toti.
Il progetto prevede la costruzione della Comunità in un campetto di calcio di circa 300 mq. di proprietà della famiglia, a latere del proprio Casa Vacanze in Villa del ‘700 con parco e piscina (oggi con 16 posti letto).

Sarà il  primo Albergo Etico in Sicilia.
In una dimora tipica della fine del ‘700 da anni si accolgono turisti provenienti da tutto il mondo in formula Casa Vacanze; noi genitori di Toti, abbiamo costituito una Onlus e abbiamo pensato di costruire la Comunità Residenziale, per offrire a questi ragazzi la “sensazione” di essere impegnati nella gestione dell’Albergo Etico, sia nel front office che nel back office, assistiti da Tutor, occupandoli e gratificandoli.
L’Albergo Etico La Casa di Toti  , ha come obiettivo principale quello di offrire servizi utili ad accogliere “un turista solidale” e rendere ottimale il suo soggiorno a Modica e precisamente in campagna, tra gli ulivi e i carrubi.
Si rivolge ad una domanda di turismo globale (non disabili….ma aperto a tutti!) ovvero ad una clientela interessata a soggiornare in un contesto in  campagna di pregio, a soli 10 Km. dal mare. L’ospite vivrà anchea contatto con i residentidella Comunità “speciali”e fruirà  di normali servizi alberghieri, come la colazione, i benefici di una piccola Spa, il relax fra le palme secolari, una splendida piscina, il tutto gestito dallo staff dell’albergo, con a fianco i ragazzi speciali.
Un soggiorno A casa di Toti é particolarmente adatto per chi vuole visitare il centro storico di Modica, cittadina barocca a soli 10 minuti in macchina dalla Villa, di grande interesse artistico e architettonico a livello mondiale
L'associazione ha già aderito al progetto di Fundraising "I Bambini delle Fate" di Franco Antonello (Castelfranco Veneto- TV). Si tratta di un progetto dove l'imprenditoria sposa la solidarietà.

Responsabilità sociale di Impresa.

Questa adesione offre la possibilità di essere visibili su  testate giornalistiche di notevole rilevanza, garantendo una comunicazione efficace ed autorevole. Una redazione, quella del Sole 24 Ore e del Corriere della Sera che è in grado in modo professionale di meglio lodare le imprese impegnate nel sociale. Ritorno in termini di visibilità e credibilità globale (l'editore redigerà dei redazionali sul progetto, mensili,  per dodici uscite annuali in ambedue i quotidiani e un quotidiano regionale). Hanno già aderito la Sifi di Catania, la Oranfrizer di Scordia, Caffè Moak di Modica, Banca Agricola Popolare di Ragusa, Giap Minardo e  Antica Doceria Bonajuto  di Modica,  Compagnia della Bellezza e Ecogruppo Italia di Catania. Potete trovare l'associazione anche sulla piattaforma siciliana di crowdfunding www.laboriusa.it

La mamma di Toti sta anche scrivendo un libro, una sorta di  biografia, dove sta cercando di narrare il racconto di questa Impresa nel sociale. Lo scopo sarà la raccolta fondi e uscirà a fine maggio.


“Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”
Eleanor Roosevelt

Dona alla Casa di Toti. IBAN: IT72M0301983910000009203619 Bic Swift RSANIT3P
Ogni piccolo aiuto per noi è un grande aiuto!