18 apr 2010

Pi Sant' Aita - A sira o tri!!! ( Per Sant'Agata - la Sera del 3 Febbraio )

Dal 3 al 5 febbraio, Catania dedica alla Santa una grande festa, misto di fede e di folklore.
Le tre giornate sono divise cosi':


  • 3 Febbraio: Concerto musicale accompagnato da fuochi d'artificio in piazza Duomo


  • 4 Febbraio: Messa dell'Aurora alle 4 del mattino e uscita della Santa intorno alle 5.00 per il giro esterno della Citta' di Catania, che si conclude la mattina del 5 Febbraio


  • 5 Febbraio: Uscita della Santa alle 18,00 circa dalla Cattedrale per il giro interno della Città che si conclude la mattina del 6 Febbraio
Ci sarebbero da dire tante cose su questa festa considerata una delle piu' importanti a livello mondiale per affluenza, ma vi rimando a questo link ( tratto da wikipedia ) che racchiude tante informazioni,  da CATANESE confermo essere esatte.

La Tegola: Certamente non è il periodo giusto per pubblicare questa tegola a tema, ma credetemi non ho avuto proprio tempo. E' da piu' di un mese che ci lavoro nel poco tempo rimastomi.
Particolari:
  • Il telo di colore viola in segno di lutto veniva e viene esposto nelle balconate e nelle finestre dei palazzi principali della Città, in particolar modo lungo il percorso che viene compiuto dalla Santa durante i giorni di festa.
  • Quando ancora non esiteva l'illuminazione in festa nelle strade, venivano utilizzate delle illuminazioni create appositamente all'occorenza, tavole in legno dove venivano fissate alcune lampadine, poi appese nelle ringhiere dei balconi, o nei davanzali delle finestre.
  • Il cero, e' il particolare che a me piace di più. Conoscendo la festa, ho immaginato subito cosa significasse per ogni devoto, il cero, grande o piccolo che sia, raccoglie in se' la devozione che ogni credente, ogni Catanese, ha verso la Santa!! il sacrificio di trasportarlo acceso lungo tutto il percorso interno ed esterno, per tutta la durata della Festa, può farvi capire quanto sia grande la devozione.
*****
A cira e' già pronta, a festa accuminciau.
I bummi si sentunu di luntanu, e lu cori miu batti fotti.
A Santa e' già fora, i luci tutti su addumati, la genti e' nda li stradi.
Sugnu prontu, lu saccu e' misu,  Sant'Aituzza  m'aspetta....
Cittadini, cittadini, semu tutti devoti tutti ...  ??? Cettu , Cettu!!

*****

La cera e' già pronta, la festa e' iniziata!
I fuochi si sentono in lontananza, e il cuore mio batte forte!!!
La Santa e' gia' fuori, le luci sono accese, la gente e' nelle strade!
Sono pronto, il sacco e' messo!!, Sant'Agata mi aspetta!!!
Cittadini, cittadini, siamo tutti devoti tutti? Certo Certo!!!!

*****
Con questo video vorrei farvi capire quello che succede in quei giorni, quello che si prova........!!!










9 commenti:

  1. ahhhhhhh questa non me la potevo perdere!!
    Sant'Aituzza mia!!!!mamma mia che emozione!L'ultima volta sono riuscita a vederla 2 anni fa.
    Vedo che hai postato con un pò di ritardo ma vedo che come tanti anche tu hai poco tempo.
    Pazienza.
    Oggi qui invece di Sant'Agata vedo la nube del vulcano islandese:-((((
    Bellissime queste tegole,sono un vero capolavoro.Complimentoni!!!
    Ciao carissima,quando capiterà di venir giù te lo faccio sapere
    kiss
    Lella

    RispondiElimina
  2. Linda!
    Linda!
    Linda!
    Esta telha está divina!
    Parabéns!
    Sónia

    RispondiElimina
  3. Bravo Carmelo hai ricreato l'atmosfera che si vive durante la festa della nostra Sant'Aituzza!!! Sei riuscito a rappresentare in questa tegola le tradizioni che caratterizzano questa festa in modo eccezionale!!! Bellissimo omaggio a S. Agata!!!

    RispondiElimina
  4. Io non ne apevo molto della festa, quindi mi sono gustata il video e ho spulciato Wikipedia :-)
    La tegola è bellissima e rappresenta un pezzetto di storia tutta Italiana, fatta di tante belle e antiche tradizioni a cui siamo affezionati e che ci legano tutti :-)
    Immagino l'atmosfera che si respira in quei giorni, la stessa trepidazione festosa che invade anche i paesini qui intorno, durante la festa del patrono... Bello bello, complimenti! :-)
    Felice di rivederti postare qualcosa, spero che le cose ti vadano bene! :-)
    Ciao :-*

    RispondiElimina
  5. * sapevo.
    PS: quanto sono logorroica XD

    RispondiElimina
  6. Alcune amiche mie hanno conosciuto il tuo blog e sono rimaste incantate da questa tegola...le troverai sostenitrici della tua pagina fan.
    Baci

    RispondiElimina
  7. Ciao Carmelo, piacere di incontrarti e grazie per il tuo sostegno. Ricambio molto volentieri.
    :o)
    Sandra

    RispondiElimina
  8. ...sono tue crezioni le meravigliose tegole???
    QUESTA E' ARTE! Davvero bravo.

    RispondiElimina
  9. Ciò che colpisce della tegola sono i dettagli, a dir poco perfetti. Vuoi perché anche io sono Catanese, ma tutto ciò che vedete non è frutto di una fantasia ma la fotografia di ogni particolare esistente nelle vecchie case del centro storico. Partento dai mattoni sotto il tetto fino allo zerbino! L'inferriata del balcone, il telo con la 'A', il bianco attorno alle finestre, l'arco della porta, le tende, il numero civico, il maniglione della porta e dulcis in fundo i sassi di pietra lavica del pavimento. Per non parlare del cero in perfetta riproduzione, cose da pazzi (come si direbbe a Catania). Finisco col ripetere che sono orgoglioso di Carmelo per questa arte nella sua anima. Bravissimo, quei fili elettrici mi fanno tornare bambino...

    RispondiElimina