21 nov 2012

Come costruire un presepe con materiali di riciclo - 1° parte



Questo e' il primo di una serie di post che saranno pubblicati fino ai primi di dicembre dove verranno descritti i vari passi per la creazione di un presepe con materiali di riciclo quali cartone, polistirolo, legno.
Iniziamo i primi passi : Progetto, Stuccatura, colorazione e illuminazione

********
Questo è il secondo anno che dedico parte del mio tempo alla creazione di un presepe artistico; con materiale di riciclo quali cartone, polistirolo e legno, iniziato i primi di settembre, provo a ricreare angoli siciliani.
 Materiale:
·        Struttura
1.      Scatole di cartone ( ho utilizzato cartoni di latte per neonato ),
2.      base di compensato multistrato ( misure 40 x 80 ),
3.      colla a caldo, taglierino.
Prima di iniziare a costruire il presepe, bisogna avere un idea di quello che si vuole creare, ecco perche’ e’ consigliabile sempre fare uno schizzo su carta.
Dopo aver creato la struttura delle case ed incollate alla base, ho ricoperto il cartone con fogli di polistirolo, tagliati della stessa misura delle pareti delle case; per alcuni particolari, tipo cornici per portoni e finestre, ho anche utilizzato fogli di polistirene,  danno un senso piu’ realistico alla fine del lavoro.
Prima di passare alla stuccatura della struttura, e’ importante incidere  ( io lo faccio con un saldatore per stagno ) sul  polistirolo tutte quelle parti vecchie e/o andate distrutte nel tempo, per avere un effetto realistico alla fine della pittura.


·                                                                                           Stuccatura e colorazione
Ho ricoperto l’intera struttura con pasta di stucco per pittura, economica e facile da utilizzare; si trova all’interno di piccoli barattoli, facile da spalmare e modellare, riempitiva; occorrono almeno 24 ore prima che si possa a iniziare la colorazione dei particolari. Utilizzo solo colori acrilici, qualche volta in mancanza di qualcuno di questi, anche colori a tempera,  vanno bene lo stesso. Inizio sempre a passare prima i colori piu’ scuri fino ad arrivare a tinte piu’ chiare, ma la cosa piu’ importante e’ l’effetto del dry brush, nient’altro che utilizzare il pennello asciutto con un po’ di colore bianco e passarlo in tutta la struttura, principalmente nei punti dove lo stucco e’ in rilievo; se fatto bene il risultato finale e’ ottimo.
    

                                                         Illuminazione
L’illuminazione e’ molto importante al fine di ottenere un risultato  realistico; tra le procedure di stuccatura e pittura, mi sono dedicato a cosa dovevo illuminare; utilizzando una serie di luci da 10, quelle piccole a pisellino , ho disposto ogni singolo punto luce all’interno di abitazioni o angoli dove mi interessava far notare i particolari; Purtroppo il filo a disposizione e’ poco, quindi occorre fare una modifica all’impianto; tagliando tra i punti luce e creando delle prolunghe   con cavo di rame, ho ricoperto  punti piu’ distanti del presepe. Ovviamente il cavo non deve essere visto nel paesaggio , ma deve essere parte integrante dello stesso.


5 commenti:

  1. Caro Carmelo, Natale si avvicina hai fatto bene questo post, cosi è ora di incominciare.
    Ciao e buona giornata.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Un ottimo lavoro, rende più vero il Natale.

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia!
    Non ho spazio né manualità per realizzare qualcosa del genere, ma non sai quanto siano utili queste informazioni... E' come se un mago mi svelasse il proprio trucco, senza comunque togliermi lo stupore della magia!
    Grazie :-)

    RispondiElimina
  4. Sei diventato un grande artista...le tue sono opere d'arte.
    Ciao Melo...
    Baci!!!

    RispondiElimina
  5. fantastico, dobbiamo organizzarci per un bel tutorial :)

    RispondiElimina