Progetto 2015 - Vecchio scorcio di Catania

Parte 1 - Creazione borgata siciliana con nuove tecnihe

Il presepe 2014 - tutorial

Come creare un presepe con fogli di polistirene

Il carcere di Sant'Agata

Vi racconto cosa ho visto - Rappresentazione di Sant'Agata al carcere

Presepe 2013 - Dono a Laura Salafia

Il presepe 2013 esposto presso il ccomune di Pedara donato a Laura Salafia

10 dic 2012

Come costruire un presepe con materiali di riciclo - 2° parte


Nel precedente post avevo spiegato come costruire un presepe con materiali di riciclo utilizzando cartone e polistirolo per la struttura. Partendo sempre da questi due materiali, e utilizzando sempre la pasta di stucco pronta per ricoprire il polistirolo, in questo post voglio spiegarvi l'utilizzo e l'integrazione dei residui di caffe'.  Quante volte dopo aver preso una bella tazza di caffe', nel ripulire la caffettiera, ci ritroviamo davanti il residuo di caffe'. Cosa farne? Vi dico subito che mescolato con la pasta di stucco e spalmato sulla struttura del presepe da un effetto al quanto realistico; premesso che anticipa i tempi di asciugatura, mentre lo spalmiamo bisogna lavorarlo con un pennello bagnato, questo ci permette di poterlo plasmare meglio inserendo la pasta  nei vari angoli o spaccature che in precedenza abbiamo fatto sul polistirolo.

06 dic 2012

18° edizione de - " Il Presepe piu' bello " - Citta' di Belpasso

IN OCCASIONE DELLA 18° EDIZIONE DE " IL PRESEPE PIU' BELLO" - CITTA' DI BELPASSO,  Il presepe 2012 " Nativita' in un antica borgata siciliana " sara' esposto presso la 9° Mostra dei Presepi - via Roma, 207 - Belpasso . Sabato 8 Dicembre ore 18 inaugurazione della mostra.

In foto il mio ultimo presepe consegnato oggi 6/12/2012 alla 9° Mostra dei Presepi - Citta' di Belpasso.


Come costruire un presepe parte 2 - La Palma


Per la creazione di una palma ho utilizzato fogli di poliuretano dello spessore di 2 cm; ho ritagliato una parte stretta e lunga ( 2 cm per 25 cm circa di altezza ) per ricavarne il tronco. Su quest'ultimo ho inciso con movimenti verticali il tagliabase, creando forme irregolari  ( vedi foto ). Successivamente ho colpito il tronco con una spazzola d'acciaio creando dei puntini e strisce varie per far notare meglio le variazioni del legno.