09 dic 2015

Come costruire un presepe con fogli di polistirolo - new 2015

Avrei voluto intitolare questo post con " Fate il presepe e non la guerra !!! ", l'idea è quella di invogliare tutti credenti e non, non tanto alla tradizione cristiana dell'arrivo del nostro messia, ma la natività vista come  speranza per tutti. Abbiamo bisogno, in un momento cosi' difficile come quello che stiamo vivendo, di qualcosa che ci dia unione, pace, vita nuova.  E tutto questo riesco a trovarlo nei miei presepi, simboli di unione e calore familiare, di cultura e tradizione. Spero che lo sia anche per voi, quando con i vostri familiari vi ritrovate davanti al  vostro presepe. I miei lavori sono già a destinazione, ma quest'anno ho voluto farne uno tutto per me, anzi per noi!  Sono stato rimproverato proprio dai miei figli, perche' non avevamo un presepe tutto nostro. Ovviamente, visto che mi dedico tutto l'anno per farne uno da inviare alla mostra, era impossibile crearne uno uguale  in pochi giorni. Ma, in qualche modo, sono riuscito lo stesso nell'intento di averne uno, piccolo, semplice, ma soprattutto essenziale! 

Vi elenco i passi da effettuare e le foto
Materiale utilizzato


1 - foglio di polistirene
2 - pasta di stucco
3 - cemento bianco in polvere
4 - residui di caffè
5 - Mattone gasbeton
6 - base di appoggio i truciolato
7 - colori acrilici
8 - cassetta in legno per la frutta
9 - sughero



Tagliare un pezzo di polistirolo 50 x 30 e ricavare al suo interno una finestra e porta come da foto. Dal foglio di polistirolo rimasto recuperare vari pezzetti, non ha importanza che siano uguali di misura ed incollarli sul primo foglio, facendo in modo che i pezzetti, mattoni, risultino in rilievo. Spalmare per tutto il foglio la pasta di stucco precedentemente mischiata ai residui di caffè; viene più facile spalmarla con un pennello di piccola taglia. Prima che l'impasto si asciughi, far cadere su di esso la polvere di cemento bianco, anch'esso non uniforme. Attendere che tutto asciughi, almeno devono passare 24 ore, e poi con un pennello asciutto eliminare il cemento in eccesso.  Quanto sopra descritto vale anche per la seconda parte che riguarda l'arco. Nella legenda dei materiali avete trovato la voce gasbeton; il gasbeton è un materiale che negli ultimi anni sta diventando quasi una moda per costruire pareti divisorie e perimetrali per case, negozi e attività commerciali. Stiamo parlando del Gasbeton, un tipo di calcestruzzo cellulare espanso che permette di realizzare immobili in piena risparmio energetico e di portafoglio. È ottimo, grazie alla sua composizione di sabbia, cemento e calce, come isolante termico e a ridotto impatto ambientale. la sua forma ' molto simile alla pietra lavica, e questo mi permette di poter ricavare cornicioni o scale per i miei diorami, ovviamente non e' obbligatorio acquistarlo per questo progetto.

La base del presepe e' un retro cornice in truciolato, quelle a giorno in vetro; a me di solito serve solo il retro sono ottime per le basi; su di esso ho incollato un pezzo di polistirolo e sopra ho ricavato il pavimento sempre con la stessa tecnica dei pezzetti di polistirolo incollati uno alla volta e poi rivestiti con la pasta di stucco. E' consigliabile creare la base dove posizionare la figura, permettera' di inserire il pastore senza che si veda la sua stessa base, rendendolo piu' realistico.  La porta e la finestra sono realizzati con legno di balsa, quello delle cassetta della frutta. Sta a voi che tipo di porta creare, visti i tempi ristretti, ho scelto di tagliare alcuni listelli e incollarli sul retro del foglio, semplice, ma si poteva fare di meglio. Se guardate bene la foto sui laterali dx e sx noterete dei pezzi di sughero che ho aggiunto alla scenografia, ma potete benissimo sostituirlo con altro materiale o non inserirlo affatto. Il tetto del casolare e' ricavato sempre con pezzetti di polistirolo cercando di ricreare i tetti di ardesia, avrei preferito le tegoline, ma tempo e soldi non permettono......
Quando sara' asciugato tutto bene  e avrete incollato le due parti alla base principale, potete iniziare a colorare. Partite sempre da colori di fondo scuri per poter poi passare a quelli piu' chiari. E' importante ricordare che alla fine va effettuato il dry brush, il pennello consiste nel prelevare con pennello rigorosamente a setole asciutte,  piccole quantità di colore ad olio che dovranno impregnare in maniera omogenea le setole del pennello. Consiglio di strofinare il pennello su di un foglio a parte, prima di procedere alla pittura, questo allo scopo di eliminare gli eccessi di colore. Purtroppo il Dry Brush, a differenza della matita o del carboncino, non permette correzioni, anche se l'uso della gomma è ben presente, ma solo per creare zone di luce. Una volta che il pennello avrà raggiunto il giusto grado di assorbimento del colore, possiamo procedere alla stesura, con pennellate delicate e sovrapposte.

Per completare il progetto si può inserire l'illuminazione a vostro piacere, consiglio in questo caso trattandosi di un piccolo diorama basterebbe una semplice lampadina. Aggiungere vegetazione a vostro piacimento.







5 commenti:

  1. Sei un vero artista ...
    Mi incanto a guardare le cose che fai ...
    Ed è bellissimo quello che hai scritto a proposito del presepe ...
    Auguri a te ... Sereno Natale
    : )

    RispondiElimina
  2. Ciao!!
    Innanzitutto complimenti per i tuoi lavori e per i consigli che dai a chi scrive. Volevo avere alcuni consigli per costruire il mio presepe:
    -colori:è meglio colori acrilici o tempere? Ho letto da più parti che gli acrilici danno un effetto migliore e durano nel tempo. A me seccherebbe comprare gli acrilici perchè ho giá tempere avanzate a gogò e la spesa per particolari ecc è giá alta. Ho letto che esiste una vernice "fissativa" per le tempere che migliorano l'effetto e fa durare il tutto per sempre. La conosci? Che effetto mi da?;
    -pasta da stucco: dove potrei trovarla? Potresti darmi delle indicazioni in più su come applicarla non avendola mai usata?;
    -fogli di polistirene:li trovo con uno spessore da 1 cm?
    Spero tu possa aiutarmi. Grazie in anticipo.

    P. S. Scusa per l'anonimo ma non riesco ad entrare con l'account google.

    RispondiElimina
  3. Ciao!!
    Complimenti per i tuoi lavori!!
    Volevo chiederti un consiglio da te che hai più esperienza di me. Volevo creare il sostegno delle tegole e il terrazzino tagliando dei listelli di legno e incollandoli fra loro. Solo che volevo dare al legno un'effetto antico,invecchiato,rovinato. Ho pensato di dargli una passata con una fiamma(ho usato l'accendino) ma si è solo appena scaldato,segni di bruciacchiatura nulla.
    Hai qualche consiglio da darmi per dare un'effetto invecchiato al legno?
    Grazie in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, innanzitutto grazie per aver visitato il mio blog e aver lasciato un commento. Per la bruciatura del legno utilizzo un semplicissimo saldatore a stagno, lo riscaldo, e quando e' al massimo della potenza, lo appoggio al legno, o lo passo segnando delle linee, o solamente affondo la punta del saldatore per creare anche dei buchi invecchiati.Ovviamente piu' lo passi e piu' il legno si brucia e riesci ad ottenere l'effetto invecchiato. Viene bene su legno tipo balsa come quello delle cassette per la frutta.
      il saldatore di cui parlo e' tipo questo che trovi a questo link - http://www.aggiustatutto.it/images/stories/imma-saldature/saldatore-stagno.jpg

      Elimina